Lo gnomo che piace dalle Dolomiti agli Usa

Lo gnomo che piace dalle Dolomiti agli Usa

Postato su Ago 16, 2014

Lo gnomo che piace dalle Dolomiti agli Usa

Tratto dal Corriere delle Alpi del 15 agosto 2014, Stefano Vietina

C’è un gnomo che si aggira da qualche giorno in Cadore ed in Comelico. Si chiama iDol, ha fatto la sua comparsa a Pieve, nel corso della Settimana dell’escursionismo che si è tenuta a fine giugno, ed ora campeggia su maglie, felpe ed altri oggetti regalo.

Ed è il testimonial di una nuova azienda con sede a Pieve, iDolomiti srl, voluta da cinque cadorini fra cui Matteo Gracis di NuovoCadore e Marta De Zolt, che collabora già con NuovoCadore.it ed è la regista del sito ValVisdende.it. «Siamo cinque cadorini, due uomini e tre donne, che vivono sulle Dolomiti, con la nostra storia, le nostre esperienze, ma soprattutto» spiega Gracis, «l’entusiasmo che ci ha consentito di mettere in piedi questa nuova sfida, perché crediamo nelle Dolomiti come marchio internazionale che può essere promosso creando anche opportunità lavorative».

Da questa riflessione nasce dunque iDolomiti: magliette, spille, gadget, felpe che possono anche diventare, negli intenti dei promotori, un veicolo pubblicitario per l’intero territorio.

Ma perché la scelta dello gnomo vestito di verde e con il cappello a punta?

«Abbiamo cercato un personaggio simpatico, divertente, che racchiuda in sé due aspetti che sono tipici delle Dolomiti, a nostro avviso: la storia e le tradizioni (la barba bianca), ma anche il dinamismo e la voglia di fare; in fondo lo gnomo ha la vivacità nonché le dimensioni di un ragazzino».

Quali sono i prodotti in vendita attualmente?

«Magliette, felpe, spille… Oggetti che possono essere interessanti sia per chi abita sulle Dolomiti sia per chi ci viene in vacanza. Il nostro pubblico di riferimento, insomma, sono tutti gli amanti delle Dolomiti quindi non solo i turisti che vogliono portarsi a casa dalla loro vacanza un ricordo di qualità, ma anche i residenti che vogliono condividere il loro amore per la nostra terra. L’idea di avviare questa nuova attività nasce dal fatto che non c’era nulla di simile, oltre alla volontà di fare impresa nonostante la crisi, con un marchio e dei prodotti di cui siamo fieri».

Come avete pensato di venderli?

«Sul web, ovviamente, sul nostro sito www.idolomiti.net; da alcuni giorni è attivo lo shop on line dove ci sono già arrivati i primi ordini dalla Puglia, dalla Germania e addirittura da Las Vegas, segno che le Dolomiti sono un marchio conosciuto e apprezzato a livello internazionale. Poi saremo presenti con un nostro gazebo a molti dei più significativi appuntamenti di questa estate in Cadore».

I vostri obiettivi?

«Crescere partendo dal Cadore, mantenendo uno stretto rapporto col territorio e tenendo fede a valori che riteniamo importanti, come il rispetto per la natura e l’ecosostenibilità dei progetti».

Tutti gli aggiornamenti si possono seguire alla pagina facebook e sui profili Google ed Instagram.

«I progetti di crescita per il futuro sono molti» conclude Gracis, «intanto vi consigliamo di leggere la simpatica storia dello gnomo iDol, scritta da Marta de Zolt, che trovate nel sito www.idolomiti.net. Il nostro augurio è che un giorno iDol possa diventare una mascotte per tutte le Dolomiti». Tra i futuri progetti c’è anche l’apertura di un negozio in Cadore.